fogliodellasicurezza.it
#002 FAQ

#001 FAQ – Quali sono i compiti del RSPP?

I compiti del SPP non sono i compiti né gli obblighi del RSPP

Partiamo dalla definizione di RSPP come da articolo 2 comma 1 lettera f) del D.Lgs. 81/08… Il RSPP coordina!

Sono presenti compiti definiti e formalizzati – art. 33 comma 1 D.Lgs. 81/08 – per il Servizio Prevenzione e Protezione SPP ma NON sono presenti compiti definiti e formalizzati per il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione RSPP

Non possiamo traslare i compiti del SPP sul RSPP dato che il SPP è diretto dal Datore di Lavoro – art. 33 comma 3 D.Lgs. 81/08

Non sono presenti obblighi e compiti novellati del RSPP nel D.Lgs. 81/08 però per poter svolgere il ruolo di RSPP, il professionista

  • deve frequentare corsi di formazione di durata minima e contenuti minimi come da accordi Stato-Regioni
  • deve disporre di attestato di scuola secondaria di secondo grado
  • dispone di eventuale esperienza almeno dopo qualche anno

per cui deve svolgere il proprio ruolo di RSPP secondo i principi di perizia, prudenza e diligenza

Altro giro, altra FAQ

· · · • · • · Ô · • · • · · ·

D.Lgs. 81/08 – Articolo 2 comma 1 – Definizioni

[…] f) «responsabile del servizio di prevenzione e protezione»: persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare (mia sottolineatura) il servizio di prevenzione e protezione dai rischi; […]

 

D.Lgs. 81/08 – Articolo 31 – Servizio di prevenzione e protezione

[…] 2. Gli addetti e i responsabili dei servizi, interni o esterni, di cui al comma 1, devono possedere le capacità e i requisiti professionali di cui all’articolo 32, devono essere in numero sufficiente rispetto alle caratteristiche dell’azienda e disporre di mezzi e di tempo adeguati per lo svolgimento dei compiti loro assegnati.

Essi non possono subire pregiudizio a causa della attività svolta nell’espletamento del proprio incarico. […]

 

D.Lgs. 81/08 – Articolo 33 – Compiti del servizio di prevenzione e protezione

1. Il servizio di prevenzione e protezione dai rischi professionali provvede:

a)  all’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale;

b)  ad elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive di cui all’articolo 28, comma 2, e i sistemi di controllo di tali misure;

c)  ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;

d)  a proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;

e)  a partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’articolo 35;

f)  a fornire ai lavoratori le informazioni di cui all’articolo 36.

2. I componenti del servizio di prevenzione e protezione sono tenuti al segreto in ordine ai processi lavorativi di cui vengono a conoscenza nell’esercizio delle funzioni di cui al presente decreto legislativo.

3. Il servizio di prevenzione e protezione è utilizzato dal datore di lavoro.

· · · • · • · Ô · • · • · · ·

 

· · · • · • · Ô · • · • · · ·

Iscriviti alla newsletter 06

 

· · · • · • · Ô · • · • · · ·

CopertinaDEFINITIVA

 

Sapevi di Ancora pensieri bloggati?

Hai letto quanto vissuto e sperimentato in ambito sicurezza sul lavoro… e quanto proposto da un Operatore della sicurezza?

Dai un’occhiata alla versione cartacea e alla versione ebook

 

Francesco Cuccuini

Operatore della sicurezza, consulente e formatore sulla #sicurezzasullavoro

Appassionato #blogger, entusiasta #podcaster, apprezzato #webwriter, autore di #ancorapensieribloggati, ideatore e conduttore di #RadioBucaneveSafetyOnAir e...

attento a quel che gli accade intorno

Add comment