La DEROGA è roba fine da saper utilizzare

La deroga

Ho scoperto da tempo e per caso che la deroga alla norma – se permessa – è un istituto interessante e qualificante

Uno strumento che impone piena conoscenza della normativa ma soprattutto piena conoscenza della ratio della normativa. E questo non è patrimonio di tutti né tantomeno comune

Ma cosa intendo per azione di deroga o possibilità di derogare?

• LOGICA

Sappiamo che le Direttive Comunitarie relative alla sicurezza sul lavoro – recepite con i vari decreti fra cui il famoso Decreto Legislativo 626/94 – hanno rivoluzionato l’approccio alla sicurezza sul lavoro

L’azione del Datore del Lavoro verso i suoi lavoratori non è più improntata – o non è SOLO improntata – all’adempimento formale di obblighi ma deve garantire livelli adeguati di sicurezza

Il Datore di Lavoro può scegliere la strada da percorrere per adempiere gli obblighi di sicurezza – con alcuni e precisi vincoli – e deve garantire livelli adeguati di sicurezza

Deve garantire un risultato

Non più la mera conformità alla norma ma l’obbligo di garanzia di un risultato

• DEROGA

In ambito sicurezza sul lavoro questa variazione di approccio e di logica ha messo il consulente sulla sicurezza di fronte alla sue responsabilità, ha imposto al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP di qualificare la sua azione, ha messo anche l’operatore della Vigilanza di fronte alle proprie competenze

Anzi tutti si sono trovati – talvolta – di fronte alle proprie incompetenze

Cosa intendiamo con deroga o possibilità di derogare?

Ad esempio dove non posso valutare il rischio rumore del posto di lavoro – perché il posto di lavoro è sempre diverso – anzi non posso conoscere i livelli di emissioni di sorgenti di rumore del posto di lavoro doto gli addetti di Dispositivi di Protezione Individuale DPI e attivo la sorveglianza sanitaria

Non misuro – perché non posso – i livelli di rumore nell’ambiente di lavoro ma aumento le misure di prevenzione (sorveglianza sanitaria) e di protezione (DPI)

Cosiccome in presenza di eventuali macchine/impianti obsoleti – conformi alla normativa di qualche decennio fa –  garantisco la sicurezza dei lavoratori con ulteriori e adeguati interventi di formazione e idonea organizzazione. Magari con ulteriore attrezzatura

Non sostituisco le macchine/impianti obsolete ma rafforzo gli elementi di prevenzione con ulteriore formazione e adeguate procedure

Non vorrei spingermi oltre

• CONCLUSIONI

Sono convinto che la capacità di deroga impone la conoscenza della sostanza della norma e non la forma anzi la deroga impone la conoscenza della sostanza della norma E la forma

Per derogare occorrono solide competenze per distinguere l’elemento essenziale dall’elemento accidentate, la sostanza dall’accessorio

Che ne dici collega Operatore della sicurezza?

§ § §

Vuoi ascoltare o sentir raccontare il post?

Condividi questo post

PinIt

About Francesco Cuccuini

Operatore della sicurezza, consulente e formatore sulla #sicurezzasullavoro, appassionato #blogger, apprezzato #webwriter, autore di #pensieribloggati e attento a quel che succede intorno a sè

2 thoughts on “La DEROGA è roba fine da saper utilizzare

  1. Francesco Cuccuini Post author

    @ Maria Antonietta

    La deroga sulla strada per ottenere lo stesso risultato. Strade diverse per lo stesso risultato
    Non penso a deroghe per ottenere altri risultati

    Saluti
    Francesco

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI FOGLIODELLASICUREZZA.IT

SARAI AGGIORNATO SULL'ATTIVITTA' DEL BLOG
E RICEVERAI UNA NEWS PER OGNI POST IN USCITA

ISCRIVITI
Email
Nome
Cognome
Secure and Spam free...