Teniamoci in contatto. La vita come impresa

Reid Hoffman

Ho quasi finito di leggere anzi ho quasi letto per la terza volta Teniamoci in contatto. La vita come impresa di Reid Hoffman e Ben Casnocha

Il libro è interessante e di spessore, dà spunti su cui riflettere, idee da applicare oltre ad essere leggibile e appassionante

Spunti interessanti come la differenza fra rischio e incertezza oppure la sempre più necessaria alfabetizzazione di network, l’utilità dei legami deboli in un Business Social Network

Insomma, come al solito, un libro da leggere e studiare su cui riflettere

Voglio però soffermarmi su un concetto che mi ha colpito e che tuttora mi fa riflettere: vivere da startupper. Vivere da startupper in ogni momento.  Pensare e comportarsi come se stessimo gestendo una start-up: la nostra carriera

Ma facciamo parlare gli autori con il brano a pagina 5

[..] Perché questo paragone con una start-up?

Chi fonda un’impresa prende una serie di decisioni in un contesto caratterizzato da poche informazioni, poco tempo e poche risorse. Non ha garanzie né reti di sicurezza, così assume rischi di una certa entità

La concorrenza cambia continuamente; il mercato cambia costantemente. Il ciclo di vita dell’impresa è piuttosto breve

Le condizioni in cui un imprenditore fonda e avvia un’azienda sono le stesse in cui oggi ci troviamo tutti quando impostiamo la nostra carriera. Non sai mai cosa stia per succedere

Le informazioni sono limitate. Le risorse sono scarse. La concorrenza è aspra. Il mondo sta cambiando. E il periodo in cui mantieni lo stesso impiego è sempre più breve

Di conseguenza devi adattarti continuamente. E se non ci riesci, nessuno – né il tuo datore di lavoro, né lo stato – ti salverà quando cadrai [..]

Ecco la situazione attuale, la nostra situazione

Non manca nulla: poche informazioni, risorse scarse, concorrenza aspra, tempi di decisione brevi

Che ne dici collega Operatore della sicurezza?

Sempre intenzionato anzi intestardito a proporre la formazione per i lavoratori – la solita formazione per i lavoratori? – oppure il documento di Valutazione dei Rischi – il solito documento di Valutazione dei Rischi?

 

Condividi questo post

PinIt

About Francesco Cuccuini

Operatore della sicurezza, consulente e formatore sulla #sicurezzasullavoro, appassionato #blogger, apprezzato #webwriter, autore di #pensieribloggati e attento a quel che succede intorno a sè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI FOGLIODELLASICUREZZA.IT

SARAI AGGIORNATO SULL'ATTIVITTA' DEL BLOG
E RICEVERAI UNA NEWS PER OGNI POST IN USCITA

ISCRIVITI
Email
Nome
Cognome
Secure and Spam free...